Contratto di escrow: diversi tipi di contratti per esigenze diverse

Contratto di escrow: diversi tipi di contratti per esigenze diverse

Un contratto di escrow può assumere molteplici forme a seconda delle esigenze delle parti. Sebbene, il contratto di escrow tradizionale sia un contratto tripartito tra un proprietario di asset digitali, un beneficiario e una terza parte di fiducia, sono possibili anche altre configurazioni. Innanzitutto, è possibile effettuare il deposito in garanzia di un codice sorgente semplicemente tramite una clausola speciale inserita in un contratto (clausola di escrow), ma è possibile anche avere un contratto quadripartito che coinvolge un distributore oltre al contratto tripartito tradizionale. Un deposito di software può anche aiutare un beneficiario a gestire le sue dipendenze nei confronti del suo fornitore, oppure può essere concluso tra un Saas e un beneficiario.

Contratto escrow di base 

Un accordo contenente una clausola di escrow viene firmato tra il beneficiario e il proprietario di asset digitali. Questa clausola di escrow può costituire un contratto a sé stante o essere parte di un accordo più ampio stipulato tra il beneficiario e il proprietario di asset digitali. Vaultinum è lieta di assistere i proprietari di asset digitali nel redigere una clausola di escrow (contact@vaultinum.com). 

I'agente di deposito non è una parte dell’accordo contenente la clausola di escrow. Tuttavia, quest’ultimo viene menzionato nella clausola come entità di fiducia presso la quale viene depositata in custodia una copia del proprietario di asset digitali. La clausola di escrow indica anche in quali circostanze gli asset digitali depositati in garanzia possono essere rilasciati, a chi e a quali condizioni. Nella clausola di escrow, il proprietario di asset digitali si impegna a depositare tali asset presso l'agente di deposito. Ciò implica chiaramente un contratto tra il proprietario di asset digitali e Vaultinum. 

L’aspetto negativo di un contratto escrow di base è che l'agente di deposito non è una parte del contratto con il beneficiario. Questa situazione può creare delle complicazioni nel momento in cui quest’ultimo desidera avere accesso agli asset digitali, soprattutto perché da un punto di vista legale l'agente di deposito, che non è parte del contratto tra il proprietario di asset digitali e il beneficiario, non può essere vincolato da tale contratto. 

Contratto escrow di base 

Contratto di escrow tripartito 

È la forma più comune di deposito in garanzia. Si tratta di un accordo specifico stipulato tra il proprietario di asset digitali, il beneficiario e la terza parte di fiducia. Definisce gli obblighi e i diritti di tutte e tre le parti, come le modalità di deposito (natura e contenuto degli elementi depositati, frequenza degli aggiornamenti, verifica degli elementi depositati, ecc.), gli eventi che hanno innescato l’accesso agli asset digitali in garanzia, la procedura di accesso a tali asset, i diritti conferiti al beneficiario una volta concesso l’accesso, la durata e le condizioni di risoluzione del contratto di escrow tripartito e la ripartizione dei costi di deposito in garanzia tra le parti. 

Un modello di contratto di escrow tripartito può essere fornito da Vaultinum su richiesta.  

Contratto di escrow tripartito 

Contratto di escrow multilaterale complesso 

Talvolta, il contratto di escrow tripartito può essere ampliato e includere un’altra parte, come un distributore. Infatti, nel momento in cui il proprietario di asset digitali si avvale di un distributore per la consegna dei suoi asset digitali al beneficiario, può avere senso rilasciare l’asset digitale al distributore allo scopo di continuare a fornire al beneficiario tale asset digitale e con esso la relativa manutenzione e supporto. 

Contratto di escrow multilaterale complesso 

Il contratto Beneficiary Escrow 

Il deposito in garanzia può essere visto come un modo per un beneficiario di gestire le proprie dipendenze presso più fornitori in un mondo dove le soluzioni software implicano con sempre maggior frequenza l’integrazione di più prodotti presso più fornitori di software. Lo stesso contratto di escrow viene stipulato tra il beneficiario e ogni singolo fornitore, con la garanzia che l'agente di deposito e le condizioni di rilascio siano le stesse e assicurando in questo modo una gestione centralizzata dei fornitori. Vaultinum sta attualmente effettuando un upgrade della sua piattaforma di gestione di asset digitali per consentire ai beneficiari di gestire più fornitori. Questa piattaforma invierà anche degli avvisi nel momento in cui sono richiesti/effettuati i depositi e i relativi aggiornamenti. 

Il contratto Beneficiary Escrow 

Escrow SaaS 

La creazione di un escrow SaaS può rivelarsi un’autentica garanzia di continuità aziendale. 

Escrow SaaS 

Gli escrow SaaS possono assumere forme diverse a seconda del livello di intervento. In alcuni casi, il contratto di escrow comporterà solo la capacità di recuperare i dati del cliente dai server di back-up, consentendo all'agente di deposito di accedere a tali server o di eseguire dei back-up semplificati, in cui diventa una sorta di fornitore di back-up di terze parti. Il contratto di escrow includerà il provider Saas o il provider di servizi cloud, a seconda dei casi. In altri casi, il contratto di escrow coinvolge il provider di servizi cloud o persino i centri dati, con la terza parte di fiducia che garantisce la continuità del servizio, al posto del fornitore del software, a condizione che le spese del centro dati/provider di servizi cloud siano pagate.

Escrow SaaS 
INIZIARE

Esclusione di responsabilità

Le opinioni, le presentazioni, le cifre e le stime presentate sul sito web, compreso questo blog, sono solo a scopo informativo e non devono essere interpretate come consigli legali. Per una consulenza legale, dovreste contattare un professionista legale nella vostra giurisdizione.

L'uso di qualsiasi contenuto di questo sito web, compreso questo blog, per scopi commerciali, compresa la rivendita, è vietato a meno che non si ottenga il permesso preventivo da Vaultinum. La richiesta di autorizzazione deve specificare lo scopo e la portata della riproduzione. Per scopi non commerciali, tutto il materiale di questa pubblicazione può essere liberamente citato o ristampato, ma è necessario un riconoscimento, insieme a un link a questo sito web.